· 

Il denaro non tracciato può essere escluso dalla comunione dei beni?

La risposta è affermativa, ma  con  le seguenti  precisazioni.

 

Nel regime della comunione dei beni, tutti i beni salvo quelli personali ed altri indicati dalla legge,  ricadono nella comunione.

 

Ciò significa che sarà solo la natura effettivamente personale del bene a poterne determinare l'esclusione

dalla comunione. 

 

Se così non fosse, ossia se  il legislatore avesse voluto riconoscere ai coniugi la facoltà di escludere  determinati beni dalla comunione,

 lo avrebbe fatto prescindendo dal riferimento alla natura personale dei beni, essendo sufficiente una mera dichiarazione in questo senso

dei coniugi.

 

In relazione al denaro contante o non tracciato, è possibile che  il coniuge possa ritrattare la dichiarazione di bene personale con una successiva azione di accertamento, anche perchè l'art. 179, co. 2, non permette di annoverare il denaro  fra i beni personali, senza che dello stesso possa individuarsene  la provenienza,

la quale deve essere, per legge, dipendente dalla vendita o permuta di uno dei beni personali.

 

In questo senso, si veda recente sentenza della Cassazione n.26981/2018.

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0