· 

Ci può essere plusvalenza in caso di vendita di immobile da demolire e ricostruire?

Ci può essere plusvalenza in caso di vendita di immobile da demolire  e ricostruire?

La risposta era affermativa sulla base di una risoluzione particolarmente datata, n.395/E del 22.10.2008,

 

La Giurisprudenza di legittimità, tuttavia, non condivideva tale orientamento e dopo quasi 12 anni

l'Agenzia delle Entrate si ricrede  con una recente Circolare 23/E del 29.7..2020,, confermata da un' ultima risposta 

 del 4.9,2020, n.312 con la quale l'Agenzia si  allinea all' orientamento dei Giudici che si era formato sul punto.

 

In precedenza l'Agenzia sulla base della  risoluzione n. 395/E del 22 ottobre 2008, sosteneva che  la vendita a

titolo oneroso di fabbricati ricadenti in un'area oggetto di un piano di recupero, approvato in via definitiva dal Comune, doveva ricondursi  alla fattispecie della cessione di terreno suscettibile di utilizzazione edificatoria di cui all'articolo 67, comma 1, lettera b), del TUIR, con conseguente tassabilità della plusvalenza a prescindere dal

periodo di possesso del cespite.

 

Su tali basi veniva contestata la riqualificazione dell'oggetto della cessione da "fabbricato" a "terreno suscettibile di utilizzazione edificatoria", con applicazione del trattamento fiscale riservato a quest'ultima ipotesi.

 

Tale interpretazione seguita dall'Amministrazione finanziaria non è mai stata  condivisa dalla giurisprudenza di legittimità, secondo cui, ai fini dell'imponibilità della plusvalenza ex articolo 67, comma 1, lettera b) del TUIR, se oggetto del trasferimento a titolo oneroso  è un edificio, detto trasferimento non può mai essere riqualificato come cessione di area edificabile, nemmeno quando l'edificio è destinato alla successiva demolizione e ricostruzione.

 

Oggi, in considerazione dell'indirizzo assunto dalla giurisprudenza di legittimità, daritenersi consolidato, e tenuto conto dei pareri espressi al riguardo dall'Avvocatura Generale dello Stato, è stata adottata la  circolare n. 23/E del 2020 superando  le indicazioni contenute nella richiamata risoluzione n. 395/E del 2008.

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    massimo giudici (martedì, 10 novembre 2020 09:05)

    Un gr@nde saluto! Sempre presente sul prezzo! Grandi complimenti!