· 

Imposta fissa per la retrocessione dei beni ai disponenti di un trust?

Imposta fissa per la retrocessione dei beni ai disponenti di un Trust?

La risposta pare affermativa.

 

La Corte di Cassazione con la sentenza n.8179/2021  del 30.3.2021, prende posizione sulla imposta da applicare all'ipotesi di retrocessione dei beni dal trustee del trust ai disponenti, ipotesi eccezionale perchè si verifica quando i beneficiari rinuncino a quanto a loro destinato dall'atto di trust.

 

Nei primi due gradi di giudizio era stata ritenuta applicabile l'imposta proporzionale, sulla base del fatto che  le imposte ipotecarie e catastali in misura proporzionale  erano dovute in presenza di un trasferimento implicante l'espletamento delle formalità di trascrizione e di voltura nei registri immobiliari.

 

La Cassazione ribalta le decisione dando ragione al contribuente applicando  alla fattispecie l'imposta in misura fissa.

 

La vicenda trae origine da due trust nei quali a causa della intervenuta cessazione i beneficiari dei rispettivi Trust

dichiaravano di rinunciare irrevocabilmente, ai sensi dell'art. 10 A della legge regolatrice, alla posizione giuridica  loro attribuita con il conseguente riconoscimento che unici beneficiari dei trust divenivano gli stessi disponenti.

 

 

La Cassazione precisa che la reintestazione formale dei beni è atto "neutro", che come tale non può soggiacere al pagamento di imposte che presuppongono la manifestazione di capacità economica. 

 

Non è quindi sostenibile l'applicazione delle imposte (ipotecaria e catastale in misura proporzionale), perché le imposte proporzionali presuppongono un effettivo arricchimento dell'avente causa in omaggio al principio di

rango costituzionale di capacità contributiva ex art. 53 Cost.

 

Conferma di simile impostazione si rinviene nell'art. 6, comma 4, Legge n. 112/2016, che, nei trust "dopo di noi", prevede la tassazione solo fissa per il ritrasferimento dei beni a favore dei disponenti in caso di premorte del soggetto debole; disposizione che sembrerebbe avere valore ricognitivo di un principio ordinamentale.

 

Avv. Francesco Frigieri 

Scrivi commento

Commenti: 0