· 

Comunione legale: il coniuge diventa proprietario della casa costruita sul terreno dell’altro?

Comunione legale: il coniuge diventa proprietario della casa costruita sul terreno dell’altro?

La risposta sembra negativa.

 

Con la sentenza della Corte di Cassazione, n.22193/21, depositata in data 3.8.21, è stata respinta la domanda del coniuge volta ad ottenere il riconoscimento della comproprietà del bene costruito su terreno di proprietà esclusiva dell’altro coniuge, nonostante la costruzione fosse stata realizzata dopo il matrimonio in regime della comunione legale dei beni.

 

Viene precisato che in questo caso non è possibile acquistare la proprietà perché per il principio generale della accessione previsto dall’ articolo 934 c.c., ogni deroga ad un acquisto originario, può derivare da una specifica pattuizione, oppure per previsione di legge.

 

La accessione della costruzione al terreno è un modo di acquisto della proprietà a titolo originario, mentre gli acquisti di cui all’art. 177 c.c., fatti nel corso del matrimonio, in comunione legale dei beni, hanno carattere derivativo, avendo una fonte di natura negoziale

 

Avv. Francesco Frigieri 

Scrivi commento

Commenti: 0