Patrimonio & famiglia · 08. dicembre 2020
Interessante sentenza della Cassazione del 26.11.2026, n.26988, con la quale si afferma che nel testamento può essere contenuta l'esistenza o conferma di un patto fiduciario in ordine alla reale intestazione di beni, nel caso specifico, immobili. Il caso, riportato nel post, è abbastanza frequente perchè riguarda quegli aspetti non scritti fra coniugi o conviventi, in ordine alla reale proprietà di beni, acquistati durante la relazione.
Patrimonio & famiglia · 01. dicembre 2020
Con la sentenza del 23.10.2020, n.23391, la Corte di Cassazione ha richiamato un precedente orientamento in tema di conguaglio fra donazioni fatte dal genitore ai figli, ma di valori diversi, con il quale era stato considerato valido un accordo fra i figli volto a compensare in denaro il figlio-donatario che aveva ricevuto di meno dal genitore. Per rimanere nel perimetro oltre il quale si approderebbe al divieto dei patti successori, si presentano altri interrogativi, di non facile soluzione.
Patrimonio & famiglia · 24. novembre 2020
Con la sentenza del 16.10.2020, n.22622, la Corte di Cassazione ha ribadito che il termine quinquennale per esercitare l'azione revocatoria per inefficacia del fondo patrimoniale, decorra dall'annotazione a margine dell'atto di matrimonio e non dalla data di costituzione del fondo stesso.
Patrimonio & fisco · 17. novembre 2020
Interessante sentenza della Corte di Cassazione (del 3,11.2020 n.24295) a proposito dell'esenzione ICI/IMU per il coniuge separato, ancorchè di fatto. La fattispecie ha riguardato il caso di due coniugi con residenze diverse ed in altri Comuni, dovuta alla frattura del rapporto matrimoniale, al quale poi è seguita la separazione. Ebbene la Corte interpretando il concetto di "abitazione principale" riconosce l'esenzione in caso di divisione della famiglia e "duplicazione " dell'abitazione.
Patrimonio & fisco · 10. novembre 2020
L'Agenzia delle Entrate rivede il suo orientamento sulla plusvalenza nella vendita di fabbricati destinati alla demolizione e ricostruzione, allineandosi alla giurisprudenza che si era formata sul punto dalla Risoluzione n.395/E del 22.10.2008.
Patrimonio & famiglia · 03. novembre 2020
Una recente sentenza del Tribunale di Palermo rinnova la discussione circa il diritto di abitazione che spetta per legge al coniuge superstite sulla casa coniugale e sull''uso degli arredi che lo compongono. La tesi favorevole dell'estensione del diritto anche in caso di legato in sostituzione di legittimo che lo esclude, mi sembra non condivisibile poichè il coniuge ben potrebbe rinunciare al legato ed ottenere la sua quota di legittima e quindi anche il diritto di abitazione.
Patrimonio & famiglia · 27. ottobre 2020
La Cassazione, con una recentissima sentenza del 2.10.2020, n. 21140 , riconosce l'assegno di divorzio alla ex moglie che dopo aver perso il lavoro, non riesce a trovare altra occupazione e, per questa ragione, si aggrava il proprio stato di salute.
Patrimonio & famiglia · 19. ottobre 2020
Con la sentenza del 30.9.2020, n.20878, la Cassazione ritorna sui presupposti che possano integrare accettazione tacita dell'eredità, escludendo, nel caso di specie, che il pagamento di un'infrazione commessa dal chiamato all'eredità possa integrare accettazione della stessa.
Patrimonio & famiglia · 12. ottobre 2020
Con una pronuncia del 15.5.2020, il Tribunale di Verona ha respinto la domanda dell'ex coniuge in sede di divorzio, sostenendo che oggi non è più oggi possibile, anche alla luce del nuovo orientamento giurisprudenziale in materia, prevedere un assegno divorzile in un contesto di un matrimonio della durata di soli 3 anni che impedisce il consolidamento dei doveri di solidarietà familiare ed assistenza tali da sopravvivere alla dissoluzione del vincolo con il divorzio.
Patrimonio & famiglia · 07. ottobre 2020
Con sentenza n.23621 del 17.7.2020, la Cassazione prende posizione sulla possibilità di sottoporre a sequestro preventivo (quindi a confisca) gli immobili dell'imputato per reati tributari, nonostante la costituzione del fondo patrimoniale. La motivazione si fonderebbe sul fatto che nonostante il vincolo, la titolarità dei beni rimane in capo ad uno dei conferenti, artefice di uno dei reati contestati,

Mostra altro